UMF 5 CENSURATO!

L’University Music Festival di Pavia, arrivato alla V edizione, non trova pi๠spazio nel nostro Ateneo!

Infatti a poche ore dalla prima serata il Magnifico rettore ha negato l’autorizzazione per l’utilizzo del cortile del San Tommaso e di qualunque altro spazio all’interno delle strutture universitarie. Ricordiamo che nel progetto presentato dal Coordinamento per il Diritto allo Studio e approvato dalla commissione universitaria A.C.E.R.S.A.T. (attività  culturali e ricreative degli studenti dell’Ateneo ticinese), si faceva esplicita richiesta di utilizzare Aule e cortili interni all’Università .

La motivazione di tale censura è diretta conseguenza della troppo riuscita Controfesta organizzata dal Coordinamento solo sette giorni fa proprio nel cortile del S.Tommaso. In quell’occasione l'”eccessivo” rumore prodotto dalle persone all’esterno del cortile, nell’adiacente Piazza del Lino, aveva fatto arrivare numerose pattuglie delle forze dell’ordine, prontamente allertate dai vicini un’ora prima della concordata chiusura.

Tutto questo non vi ricorda qualcosa di simile accaduto pochi mesi fa?

I provvedimenti ai danni del Sottovento e di Radio Aut andavano infatti nella stessa direzione!

Questo è solo l’ultimo degli attacchi che la Pavia che dorme, spalleggiata dalle istituzioni locali (Rettore e Amministrazione Comunale in primis) sta infliggendo a chi crede in un’Università  ed in una città  diversa, mai schiava del mercato degli affitti, in cui si possa fare cultura e divertimento a tutte le ore ed a prezzi popolari.