Rassegna Stampa 27/6/07

Dalla Provincia Pavese di oggi 27 giugno ’07:

La Provincia Pavese del 27 giugno

I collegi Isu aperti in anticipo

Per le lauree triennali prorogato il termine a marzo

Decisioni dell'ateneo prese su proposta del Coordinamento

SISTO CAPRA

PAVIA. Quattro importanti decisioni in Università  in vista dell'anno accademico 2007-2008. Viene anticipata al 22 settembre l'apertura dei collegi dell'Edisu. Viene prorogato al 1º marzo (oggi è al 31 dicembre) il termine per il conseguimento della laurea triennale.
Questo, per dare ai neo-laureati triennali altro tempo per iscriversi al corso di laurea specialistica senza dover perdere un anno.
Terza novità . Le facoltà  si impegnano a sottoporre agli studenti, per la compilazione, i questionari per la valutazione della didattica. Infine, si accelera la predisposizione dello Statuto degli studenti, in cui Pavia ha fatto da battistrada a livello nazionale.

Sulle quattro iniziative il Coordinamento per il diritto allo studio-Unione degli universitari rivendica un ruolo propulsore negli organismi dirigenti dell'ateneo: «Cda e Senato hanno deciso sulle nostre proposte», dicono Elena Fava(consigliere d'amministrazione), Paola Schintu e Federico Gaioni (membri del Senato accademico) e Pietro Pace della segreteria del Coordinamento.
«Il Senato accademico a giugno – dicono – ha deciso di prorogare al 1º marzo il termine per il conseguimento della laurea triennale ai fini dell'iscrizione alla specialistica. Numerosi studenti andavano fuori corso magari per pochi crediti e questo penalizza anche l'Università , che perde risorse del fondo ordinario ministeriale erogate in base al numero di studenti in corso».
«Abbiamo proposto inoltre al Senato accademico un nuovo sistema di valutazione della didattica – continua il Coordinamento – E' stato formulato un regolamento su cui si è già  espressa favorevolmente la commissione d'ateneo per la didattica. La proposta prevede di puntare molto di pi๠sui questionari di valutazione dei corsi, che verranno obbligatoriamente distribuiti in tutte le facoltà  agli studenti per valutare la qualità  di lezioni ed esami. Viene creata una commissione d'ateneo con rappresentanti di docenti e studenti per l'elaborazione dei dati e che è da mettere in relazione con l'istituzione dell'Agenzia nazionale di valutazione degli atenei, proposta dal ministro Mussi. Notiamo con piacere che le facoltà  si sono già  attrezzate».
La terza novità  è l'avvio dell'attività  del consiglio d'amministrazione dell'Edisu, il nuovo ente per il diritto allo studio dopo che la materia è passata alla gestione diretta delle Università . Il 15 giugno c'è stata la prima seduta, riunitasi sotto la presidenza di Graziano Leonardelli. «E' stata approvata – dice il Coordinamento – l'apertura dei collegi universitari Edisu al 22 settembre. La questione è annosa. I collegi continuavano a regolare aperture e chiusure sulla base del vecchio ordinamento. Ora però molte lezioni cominciano a settembre ed è dunque giusto che i collegi siano aperti. Si è poi discussa anche la possibilità  di anticipare, a partire dal 2008-2009, l'apertura dei collegi al 1º settembre e la scadenza del bando (oggi è al 14 settembre) per l'ammissione delle matricole ai collegi. In tal modo le matricole verranno agevolate nel loro inserimento a Pavia».
Un'ultima decisione riguarda lo Statuto dei diritti degli studenti universitari. «Il ministro Mussi – dice il Coordinamento – ha avviato l'iter facendo proprio il testo approvato dal Consiglio nazionale degli studenti universitari sul quale Pavia ha precorso i tempi».