-Test di Medicina 2007- Dicono di noi…

Test di Medicina, sono decine i ricorsi
L'Unione degli universitari: «Le prove vanno annullate anche a Pavia»

PAVIA. «Anche da Pavia partiranno ricorsi di studenti che hanno partecipato al test di Medicina il 4 settembre per l'ammissione al corso di laurea a numero chiuso e che sono stati esclusi. Confluiscono nel ricorso collettivo nazionale promosso dall'Unione degli universitari». Lo annuncia Elena Fava, segretario del Coordinamento del diritto allo studio-Udu, sindacato studentesco di sinistra.
«I ricorsi che partiranno da Pavia saranno decine e decine – spiega – Con il ricorso collettivo si chiede l'annullamento anche della prova svoltasi a Pavia». Questo dopo che il ministro Fabio Mussi ha comunicato che sarebbero stati considerati validi i test in tutte le facoltà  di Medicina italiane, tranne che a Catanzaro, dove è accaduto il “fattaccio” e le prove sono state annullate. «Il ministero dell'Università  – argomenta Elena Fava – ha riconosciuto l'esistenza di due degli ottanta quesiti che risultavano non avere una risposta esatta e quindi riteniano che la validità  del test sia inficiata nella sua totalità . Non è accettabile la soluzione adottata dal ministro Mussi di valutare gli studenti sulle restanti 78 domande. Il caos scoppiato in questi giorni dimostra che il sistema dei quiz per selezionare l'ingresso ai corsi è fallimentare e va superato».
«L'Unione degli universitari – continua Fava – ha lanciato una manifestazione nazionale che si svolgerà  a Roma martedì 18 davanti al ministero dell'Università  e della ricerca. Con essa chiediamo l'annullamento dei test di Medicina in tutte le facoltà  in cui le prove si sono svolte, l'abrogazione della legge 264 del 1999 che regola la materia e una nuova legge per il libero accesso all'Università . La segreteria pavese del Coordinamento ha ricevuto moltissime richieste di studenti interessati a fare ricorso. Tutte le indicazioni per partecipare all'azione collettiva sono contenute sul sito www.coordinamento.org». L'Udu promuove ricorsi collettivi per tutti quei corsi di laurea, come Psicologia e Comunicazione interculturale multimediale a Pavia, per i quali il numero chiuso potrebbe risultare in contrasto con la normativa nazionale.
Alla facoltà  di Medicina, intanto, c'è soddisfazione per i punteggi conseguiti dagli studenti ai test. Molto alte le medie dei primi classificati. C'è però da rilevare che i punteggi sono alti per i test specialistici, quelli di biologia, chimica, fisica e matematica, mentre i candidati risultano un po' meno preparati nelle prove di logica e di cultura. (s. c.)