Mafie 07- Dicono di Noi 2

trav2.jpg

Travaglio: «Necessario conoscere il passato»

In settecento hanno riempito l'aula Magna dell'Università 

PAVIA. Circa 700 persone tra studenti e non hanno accolto mercoledì sera, senza farsi scoraggiare dai 40 minuti di ritardo, l'arrivo di Marco Travaglio nell'aula Magna dell'Università , in occasione dell'incontro organizzato dal Coordinamento per il diritto allo studio, con il patrocinio della facoltà  di legge.
«Mani pulite: la cosca riabilitata», questo il tema affrontato durante il suo intervento da Marco Travaglio: «Spesso si sente dire che si deve uscire da mani pulite, di fatto era un'inchiesta, mentre si dovrebbe dire che è necessario uscire da Tangentopoli».
«Il sistema della corruzione è analogo al sistema mafioso – dice Travaglio -, Tangentopoli era il sistema della corruzione, che ribaltava sia il meccanismo degli appalti che il libero mercato della politica; la corruzione era la regola, perchà© non c'era un solo appalto che non fosse accompagnato da una tangente. Vi siete mai chiesti come mai nel nostro Paese, abbiamo ponti che sono stati fatti in epoca Romana ed esistono ancora oggi, mentre difficilmente i ponti fatti negli anni ottanta sopravvivono alle alluvioni?». Così Marco Travaglio ha aperto il suo show, durato pi๠di due ore al quale ha assistito una folla attenta e partecipe fino a tarda ora.
Travaglio ha cominciato a narrare i fatti, a partire da Mario Chiesa, per arrivare alle scalate bancarie e alle attuali polemiche con il Ministro Mastella, passando attraverso il racconto di come stavano le cose durante il governo Amato, e passando dall'inevitabile tappa Berlusconi. Ed infine, dopo tante provocazioni, una parola buona per il Ministro Padoa Schioppa, che ha di recente invitato i cittadini a pagare le tasse «perchà© è ora di finirla con questa propaganda berlusconiana per cui chi paga le tasse è un deficiente. A dimostrazione del fatto che si è persa completamente la scala dei valori e il senso della giustizia e della proporzione».
Ed ancora: «E' ora di cominciare ad usare le parole giuste per descrivere gli avvenimenti: se qualcuno ruba, c'è qualcun altro che viene derubato, il segnale positivo è che il numero dei ladri non raggiunge mai quello dei derubati».
Travaglio ha poi ricordato che per non ricadere negli errori del passato, è necessario conoscerlo il passato, e conclude con l'augurio che come nel 1993 la Casta ha rinunciato ad uno dei suoi privilegi pi๠grandi che è l'autorizzazione a procedere per indagare sui parlamentari, oggi si deve cominciare ad urlare per far sì che la Casta rinunci anche a quell'altro privilegio, che è l'autorizzazione per l'utilizzo delle intercettazioni telefoniche.
Giulia Cometti