I questionari di valutazione di corsi ed esami sono inutili? Miglioriamoli!

“Resoconto della I seduta della Commissione per la Valutazione della Didattica d’Ateneo”

Lunedì 25 febbraio si è riunita per la prima volta la commissione per la valutazione della didattica d’ateneo. Questa commissione è di tipo paritetico ovvero hanno diritto a parteciparvi uno studente e un professore per ogni facoltà  e si occuperà  di tutti gli aspetti che riguardano la valutazione della qualità  didattica offerta dalla nostra università , detto pi๠concretamente… dei famigerati questionari di valutazione!
Innanzi tutto, piccolo promemoria soprattutto per i ragazzi dei primi anni che magari non sanno nemmeno di che si parla: gli studenti, utenti primari dell’università  sono chiamati a dare una valutazione della qualità  della didattica (corsi, docenti, strutture, esami ecc). Ciò viene fatto attraverso dei questionari di valutazione che DEVONO essere distribuiti dai docenti al termine di ogni corso e di ogni esame superato e devono poi essere recapitati da studenti, per una maggiore trasparenza, alle strutture che li analizzeranno. Se però nei vostri corsi questo non avviene, fatevi sentire! È un nostro diritto che va rispettato!
Durante la discussione è emerso che in ogni facoltà  le modalità  di distribuzione e raccolta dei questionari sono molto diverse ma soprattutto (punto cruciale!) è molto diverso l’uso che se ne fa una volta che sono stati raccolti ed elaborati… si va da facoltà  nelle quali gli unici a poter prendere visione dei risultati sono i prof interessati (a ciascuno viene mandata esclusivamente l’elaborazione questionari relativi ai suoi corsi che è libero di ignorare tranquillamente) a facoltà , isole felici! nelle quali almeno i casi critici vengono discussi da studenti e professori in una commissione paritetica e vengono effettuati dei richiami ai professori che risultano avere punteggi negativi.
Punto centrale e condiviso della discussione è stata la necessità  di rendere omogenee le modalità  di valutazione, aumentare il numero di studenti che compilano i questionari e rendere maggiormente efficace questo strumento. Ovviamente poi ognuno aveva idee diverse su come ciò andrebbe fatto.

Ecco in breve ciò che i rappresentanti degli studenti del coordinamento (per altro gli unici presenti) hanno detto e porteranno avanti nelle prossime sedute della commissione:

→ Lo scarso coinvolgimento degli studenti lamentato dai professori nella compilazione dei questionari è dovuto innanzi tutto alla percezione di inutilità  che molti hanno di questo strumento in quanto dopo la compilazione nessuno ne sa pi๠nulla e non se ne vedono i risultati concreti.
→ Legato a ciò il nodo secondo noi fondamentale è la necessità  di rendere molto pi๠visibili le azioni fatte per migliorare la qualità  della didattica in seguito alle segnalazioni pervenute dai questionari e soprattutto di rendere pubblici i risultati. Questo non per mettere alla gogna i professori che ricevano valutazioni negative ma per impedirgli di ignorarle ed assumersi le proprie responsabilità ! Troppi docenti, forti delle loro cattedre secolari ed intoccabili, tengono corsi improbabili disinteressandosi totalmente delle necessità  e della valutazione degli studenti!
→ Per poter ottenere ciò e vincere le numerosissime e forti resistenze di quei professori che alla sola idea di veder resi pubblici i risultati dei questionari impallidiscono, siamo d’accordo sulla necessità  sollevata da altri componenti della commissione di rendere pi๠attendibili i risultati aumentando il numero di questionari raccolti e modificando quelle domande ambigue nel rispondere alle quali un grosso punto di domanda si disegna spesso sulla testa di molti studenti..
→ Infine, non indifferente, la possibilità  di sperimentare una somministrazione dei questionari on line per raggiungere tutti gli studenti, anche quelli che non frequentano i corsi e capire quale sia il motivo di ciò… molti non frequentano perchè dopo poche lezioni si sono resi conto dell’inutilità  del corso (e questo è un dato molto importante!) alcuni perchè il corso si sovrapponeva con altre lezioni (altro dato importante!) e via dicendo.

La commissione si riunirà  nuovamente in aprile, noi porteremo avanti il nostro progamma… voi… continuate a compilare e far compilare i questionari!
Per informazioni, suggerimenti o commenti… contattateci!
alicebrambilla@alice.it