Economia- I nuovi piani di studio ed elezioni politiche

Cosa ne pensiamo noi?

Il lavoro che è stato intrapreso sarà  importantissimo per gli anni futuri e determinerà  cosa gli studenti dovranno studiare e soprattutto come dovranno farlo: se in maniera intelligente e articolata secondo un senso logico o se invece, come spesso succede oggi, dovranno farsi una cultura a suon di pillole e esami disposti a caso nell’arco della triennale.

I Consigli di Facoltà  (CDF) hanno in questi anni rilevato sono dei problemi rilevanti riguardo la preparazione degli studenti e il loro approccio agli esami.
Per quest’ultimo ambito la riforma di per se, limitando il numero di esami (max 20) e imponendo di fatto il ritorno ai semestri, ha migliorato di fatto le possibilità  di uno studente di capirci qualcosa di quello che studia e ha impedito che gli esami fossero quell’acqua alla gola che ogni mese e mezzo stringe tutti gli studenti di economia nel panico.Gli studenti eviteranno forse di passare ore su ore a provare temi d’esame e dedicheranno pi๠tempo a imparare veramente l’argomento dell’esame…Si avrà  quindi pi๠materiale su cui lavorare, ma anche molto pi๠tempo per capire e assimilare gli argomenti.

Per quello che riguarda la preparazione, la ristrutturazione dei piani di studi era l’occasione per aggiustare tutte quelle storture che contraddistinguono l’attuale configurazione della triennale.

Se le lacune rilevate sono sempre state in materie “quantitative” come Matematica, Matematica finanziaria e Statistica questa era l’occasione per concedere a questi corsi pi๠tempo per affrontare lo stesso programma.
Dare pi๠tempo significa lezioni meno affrettate e pi๠disponibilità  a spiegare e a concedere spazi di chiarimenti agli studenti con dei dubbi.
L’importanza di queste materie è legata al fatto che i contenuti di questi corsi sono poi la base di conoscenza richiesta e necessaria per la comprensione tutti i corsi a seguire.

Cosa è stato fatto? esattamente il contrario!

si sono aumentati i crediti per Economia e Gestione delle Imprese (prima 5 e ora diventando obbligatoria anche la parte Base i crediti diventano 9) e per Economia Aziendale, mentre i crediti per Matematica (istituz + base) (da 10 a 9) e Statistica(analisi + statistica) (da 10 a 9) sono diminuiti.

Inoltre, cosa gravissima secondo noi, scompaiono dal piano di studi dell’area Aziendale dei corsi fondamentali come Diritto pubblico e storia economica.Cade quindi la “dottrina Cipolla” del fondatore della facoltà  che voleva una preparazione di base comune ad aziendalisti e scienziati economici, per permettere una comprensione degli eventi contestualizzandoli e sapendoli vedere da diversi punti di vista.

Cade la seconda lingua per i corsi di Scienze economiche e se, quello che dicono a lezione è vero e cioè il futuro è nell’Europa, questa scelta appare priva di senso e controproducente.

Rimane poi il nodo di inglese: come oggi, nonostante il corso iniziale duri 2 trimestri e renda necessario uno studio approfondito diverso dalle nozioni base della lingua inglese , il carico di crediti risulta bassissimo.Nella nuova configurazione Inglese ha solo 3 crediti, ma possiamo scommetterci che non saranno come dovrebbe essere solo 21 (o circa) ore di lezione.Avendo solo 3 crediti dovrebbe verificare delle elementari nozioni di grammatica, ma sanno tutti che non sarà  così.

COSA CONCLUDERE?

Si è lavorato per lavorare il meno possibile. Si è cioè cercato di costruire delle triennali facendo il minor sforzo possibile e attaccando di fatto gli esami dei trimestri uno con l’altro.
La possibilità  di aggiustare i problemi che loro stesso rilevano è stata schiacciata dalla volontà  di cambiare le cose il meno possibile….

Noi del coordinamento stiamo lavorando ad una proposta nostra di piano di studio per le triennali… stiamo cercando di far quadrare i conti con i vari vincoli imposti dalla riforma…..
Tutte le buone idee verranno tenute in considerazione….quindi affrettatevi a guardare i piani di studio e a fare dei commenti.abbiamo poco tempo…solo fino a dopo pasqua….

Triennale Scienze economiche

Triennale Scienze economiche esami e crediti

Triennali ramo aziendale

Elezioni Politiche

In occasione delle elezioni nazionali (13 e 14 aprile) su richiesta dei rappresentanti in CDF di Economia, appartenenti al Coordinamento per il diritto allo studio -UDU, gli esami di sabato 12 aprile sono stati spostati in modo da permettere agli studenti fuori sede di tornare a casa per Votare.
Gli esami di lunedì 14 non sono stati spostati, ma qualora gli studenti lo richiedano, per la stessa motivazione, possono individualmente farsi spostare la data dell’esame del docente.

Per informazioni o per richiedere spostamenti di date :

Spairo–>  spairo@autistici.org , 3202314356