Dicono di noi: Mobilitazioni anti 133.

(AGI) – Roma, 20 ott. – Giornata di forti mobilitazioni oggi negli Atenei d’Italia. L’ha organizzata l’Udu, l’Unione degli universitari, che in una nota sottolinea che “lo stato di agitazione del mondo accademico sta crescendo sempre piu’ per esprimere la contrarieta’ rispetto alla legge 133 che mina a stravolgere il sistema universitario e il suo carattere pubblico”. Sono previste grandi mobilitazioni a Palermo, Pavia, Ancona e Ferrara. Un corteo universitario che vedra’ la partecipazione dell’Udu-Palermo partira’ alle 8.30 di fronte alla facolta’ di Lettere e Filosofia per arrivare fino allo Steri, dove e’ atteso il Ministro Mariastella Gelmini. E’ prevista, inoltre, un’Assemblea d’Ateneo che lancera’ le assemblee di tutte le 12 Facolta’ prevista per il giorno dopo che si chiuderanno in un corteo. Pavia. Si svolgera’ un’Assemblea d’Ateneo, con la partecipazione di dottorandi, ricercatori, docenti, organizzata dal Coordinamento per il diritto allo studio-Udu Pavia in collaborazione con varie realta’ studentesche territoriali, in contemporanea con il Senato Accademico dove i rappresentanti dell’Udu-Pavia presenteranno un Odg contro la 133. Sono previste anche forti mobilitazioni al termine dell’Assemblea d’Ateneo. Ferrara. L’inaugurazione dell’anno accademico sara’ anticipata da una Contro-inaugurazione organizzata dalla Rua-Udu Ferrara che manifestera’ la contrarieta’ alla legge 133. Sono previste forti contestazioni alla Inaugurazione, dove il Rettore ha rifiutato la richiesta di partecipazione della componente studentesca tra i relatori. Alla sera e’ prevista una fiaccolata organizzata dalla Rua-Udu Ferrara con CGIL, CISL e UIL. Ancona. Alle 14 si terra’ una Assemblea di Ateneo molto attesa nella Facolta’ di Medicina organizzata dal Gulliver-Udu Ancona. L’assemblea chiudera’ il ciclo di Assemblee tenutesi nelle Facolta’. Sono previste forti mobilitazioni di contestazione alla legge al termine dell’Assemblea. L’Unione degli Universitari – spiega la nota – nel percorso di mobilitazione condiviso con varie associazioni studentesche locali, continua le contestazioni negli Atenei per opporsi allo smantellamento dell’Universita’. Gli studenti che partecipano alle mobilitazioni indosseranno “un nastro rosso contro la privatizzazione” per esprimere anche simbolicamente la contrarieta’ all’intenzione governativa di privatizzare gli Atenei.

fonte | http://it.notizie.yahoo.com