Giovani: il lavoro è un’impresa… impossibile?

Approfondimento sul tema startup e nuove imprese

Martedì 11 Marzo, all’interno dell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Pavia, si terrà la conferenza organizzata dal Coordinamento per il Diritto allo Studio sul tema startup. Tra gli ospiti Alberto Onetti, chairman della “Mind The Bridge Foundation”, neo eletto coordinatore della Startup European Partnership (SEP). Dalle 21 alle 23, docenti, prorettori, acceleratori, studenti e imprenditori discuteranno di uno dei temi più interessanti degli ultimi anni per la crescita del “sistema Italia”.

Dal 2010 a oggi, anche in Italia, si è sviluppata la cultura delle startup. In uno Stato colpito dalla crisi e dalla mala gestione, le vecchie classi dirigenti che hanno promosso il “fare impresa” in Italia sono scomparse o sono state sostituite dai figli degli imprenditori che, quasi mai, hanno saputo replicare il successo dei genitori, applicando vecchi modelli di sviluppo e dando poca importanza all’innovazione tecnica e gestionale.
Il mercato del lavoro, i costi delle assunzioni e le leggi che regolano imprese e lavoro sono confusionari, non mirati e non in grado di essere facilmente compresi da chi ne dovrebbe usufruire per creare lavoro o per trovarlo. In questo contesto alcuni imprenditori hanno trovato casi di successo fuori dall’Italia, ad esempio in Silicon Valley, ed hanno portato nel “Bel Paese” un po’ della cultura del “fare impresa” contaminata dall’essere multitasking che un italiano porta con sé ovunque nel mondo e che ci permette di essere apprezzati all’estero.

Durante la conferenza si parlerà, in prima battuta, di cosa sono le startup, approfondendo miti e leggende di questo ambiente, spesso raccontato in maniera troppo televisiva, cercando di comprendere appieno i tipi di approccio (uno su tutti il metodo “Lean Startup”) che un imprenditore “neonato” può intraprendere durante il proprio percorso.
Nella seconda parte della conferenza verranno approfonditi gli aspetti societari e di diritto del lavoro correlati in Italia al “fare impresa”, provando a confrontarli con linee di diritto estere e cercando di capire se ci siano state, ci siano, o possano esserci, leggi e modalità per dare a lavoratori ed imprenditori la possibilità di giovare della spinta di queste nuove imprese che, piano piano, stanno dimostrando come sia ancora possibile creare lavoro e innovare anche in Italia

“Giovani: il lavoro è un’impresa… impossibile?” è un’iniziativa studentesca organizzata dal Coordinamento per il Diritto allo Studio – UdU, grazie al contributo concesso dalla Commissione Permanente Studenti dell’Università degli Studi di Pavia, nell’ambito del programma per la promozione delle attività culturali e ricreative degli studenti.

Durante la serata, sarà possibile seguire il discorso e dibattere anche su twitter attraverso gli hashtag #startupconfUNIPV, #AulamagnaUNIPV e del tag @COORD_UDU_PV.