Periferie: narrazioni e illusioniGiovedi 26 marzo 2015
Ore 21
Aula Magna dell’Università di Pavia.

“Qui l’umano è relativo. Nel massimalismo di ferro e calcestruzzo, i viventi sembrano precari, appollaiati nelle colombaie di cemento, infrattati nelle stecche orizzontali. Stazionano in una Cappadocia preordinata a tavolino, in cui l’architettura pretenderebbe di assumere su di sé l’ineluttibilitá della natura.”

A partire dal viaggio nelle periferie romane raccontato nel libro pubblicato da Quodlibet Humboldt nel 2013 e nel film diretto da Franco Rosi vincitore del Leone d’Oro a Venezia, l’iniziativa si propone di analizzare il tema delle periferie: dall’illusione dei quartieri moderni, alla distanza simbolica e reale dal centro, all’Istituto Autonomo Case Popolari. Guardando alla mancanza di servizi essenziali al cittadino
si vede come, in base a scelte istituzionali, il territorio si modifica e si dota di paesaggi in cui la storia moderna rivede l’antica storia ricca di responsabilità.
Come cambiano la dimensione della cittadinanza e le categorie istituzionali nel contesto delle periferie?

Dialogheranno gli autori del progetto Sacro Romano Gra:
· Nicolò Basetti, paesaggista e urbanista;

· Sapo Matteucci, giornalista e scrittore;

Modera Emilio Mazza, docente di filosofia alla IULM di Milano.
 
Clicca qui per l’evento Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.