Anche quest’anno migliaia di studenti proveranno i test d’ingresso per accedere ai corsi di laurea a numero chiuso su scala nazionale. SI partirà con Professioni Sanitarie il 4 settembre, poi l’8 settembre sarà la volta dei test di Medicina, e nei giorni seguenti avremo i test di Veterinaria e Architettura.

In un Paese in cui l’Università vive una situazione di estrema emergenzialità si continua a parlare per spot anziché pensare ad un vero piano di investimento che rimetta al centro l’istruzione, rendendo l’università un luogo aperto a tutti.
Dopo tutti proclami dello scorso anno da parte della Ministro Stefania Giannini, nulla è stato cambiato rispetto al sistema di selezione precedente, fortemente iniquo e inadeguato a valutare se lo studente sia idoneo o meno per accedere al corso di laurea specifico; sistema, ancora, assolutamente fallace, come dimostrato dalle vittorie ottenute dall’UDU con il Maxi Continua a leggere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.