Indie 12 *Programma*

Indie 12

dodicesima rassegna di cinema indipendente

coordinamento per il diritto allo studio – UDU
cinema politeama e corallo ritz, pavia

gio 10 aprile 2008 cinema politeama
giustizia
19.30 Parole Sante di Ascanio Celestini, ITA 2007, 75′. Precarietà  e mondo del lavoro. Call center e nuovi schiavi. Un documentario folle e geniale, triste ed attuale, eclettico e soprattutto molto autoironico. Necessario.
21.00 In questo mondo libero (it’s a Free World) di Ken Loach, GB/ITA 2007, 96′. Angie e Rose, poca cultura ma tanta iniziativa: “”¦se ci riescono i ricchi allora perchè non noi?” E per due ex-perdenti trovare lavoro sottopagato agli immigrati può diventare un affare d’oro. Sceneggiatura di ferro e premi alla Biennale, immagini tranquille da un nuovo inferno: rabbia lucida e nero pessimismo. Autentico.
22.30 Cous cous (La Graine e le mulet) di Abdel Kechiche, FRA 2007, 151′. Beiji è maghrebino, ha sessant’anni e fa il portuale finchà©, un giorno, non lo lasciano a casa. Eccolo allora inseguire il sogno: un locale dove si serve cous cous ed in cui lavori tutta la famiglia. Forme, idee, personaggi davvero rivoluzionari. Il vincitore morale di Venezia 2007. Imperdibile.

gio 17 aprile cinema corallo
eros
20.30 A soap (En Soap) di Pernille Fisher Christensen, DAN 2006, 104′. Charlotte, in crisi col suo ex, si trasferisce sopra l’appartamento di “Veronica”, in realtà  il transex Ulrich, in drammatica attesa di “operazione”. La vita come irresistibile soap opera, il destino imprevedibile, la verità  finale nel melodramma. Esordio femminile memorabile. Conseguente.
22.30 L’innocenza del peccato (La fille coupà©e en deux) di Claude Chabrol, Francia 2007, 115. Bella e spregiudicata gode di successo sugli schermi della tv, chi sceglierà  tra il maturo scrittore di successo ed il rampollo, bello e maledetto, di ottima famiglia? Chabrol ispirato dalla cronaca si fa trascinare dall’istinto. Geniale.

gio 8 maggio cinema corallo
odio
20.30 Nella valle di Elah (In the Valley of Elah) di Paul Haggis, USA 2007, 121′. Mike Deerfield soldato modello scompare di ritorno dall’Iraq durante una settimana di licenza. Il padre ex veterano della Military Police, indaga preoccupato. La guerra in Iraq e la crisi, in America, di un intero mondo di valori. Una storia semplice e terribile. La vetta del cinema USA contemporaneo. Corale.
22.30 La promessa dell’assassino (Eastern promises) di David Cronenberg, Canada/GB 2007, 100′. La mafia russa ed il suo covo presso un noto ristorante londinese. Un capo potente ed il suo autista tatuato. Una donna morta di parto ed un diario scritto in russo. Una storia triste e banale di promesse non mantenute. A History of Violence in cirillico: immutabile e sontuoso. Grande come il cuore di ghiaccio della Grande Madre Russia. Spietato.

mart 13 maggio cinema corallo
amore
20.30 4 mesi, tre settimane e due giorni (4 luni, 3 saptamini si 2 zile) di Christian Mungiu, Romania 2007, 113′. Anni ottanta in Romania. Otilia e Gabita sono compagne di università . Una delle due è incinta, ma non può tenere il bambino, l’aborto però, per le leggi comuniste del paese, è un reato grave. Grigio, opaco, inquietante, poliziesco, clandestino, silenzioso, di grande rigore formale. Palma d’oro meritata all’ultimo festival di Cannes. Geometrico.
22.30 Meduse (Meduzot) di Etgar Keret, Israele/FRA 2007, 78′. In una Tel Aviv brulicante le storie si intrecciano: c’è chi si rompe una gamba e chi è esasperata dalla madre, chi si adopera per riappacificare e chi sta cercando qualcuno. Vicende che si allacciano fluide, un mondo strano, bizzarro ed un tocco astuto nel raccontarne le trame. Due registi, uno scrittore di fama, l’altra nipote di Moshe Dayan, figlia di un poeta, sorella di un famoso cantante. Camà©ra d’Or a Cannes 2007. Azzardato.

Ingresso intero cinque euro a serata, ridotto quattro euro soci UDU, cinetica e AGIS

programma, testi e pre-testi di roberto figazzolo

Comments are closed.